"Natale in the box" per la Scuola in Ospedale al Regina Margherita di Torino.

La Scuola in Ospedale presso la struttura del Regina Margherita a Torino è ormai una realtà consolidata, diventata eccellenza a livello nazionale anche grazie alle sperimentazioni di avanguardia sia nella didattica che nel sostegno alle terapie. Purtroppo, durante i lavori di ristrutturazione che si sono succeduti in questi ultimi anni nei reparti, si è persa la disponibilità di un luogo fisico che i bambini possano chiamare "aula". I Lions hanno avviato i necessari contatti sia con le autorità sanitarie che con la dirigenza scolastica per individuare un posto idoneo alla realizzazione di un nuovo spazio di studio e aggregazione. Per arrivare a tale risultato il Lions Club Torino Cittadella ha lanciato un progetto triennale di eventi per ottenere i fondi necessari alla preparazione degli ambienti e al loro attrezzaggio coinvolgendo anche la fondazione LCIF che raddoppierà le somme raccolte.
I soci, spinti dal motto "Dove c'è un bisogno c'è un Lions" e dagli scopi associativi che stimolano a prendersi cura delle comunità in cui operano coltivando lo spirito di amicizia, hanno deciso insieme alle socie del Lions Club Torino Due di riempire di tale significato i propri festeggiamenti natalizi. Grazie alla collaborazione con la Cookin factory di Claudia Fraschini è nato "Natale in the box". Il 9 dicembre si potrà ricevere una gustosa cenetta da degustare a casa nel completo rispetto delle normative anti-contagio e parte del ricavato sarà devoluto proprio al progetto di cui sopra. Chi lo desidererà, alle 22:00, potrà poi brindare al Natale insieme ai Lions via web.
Per informazioni e prenotazioni entro il 30 novembre, fare click QUI.

La Scuola in Ospedale al Regina Margherita di Torino è garantita da oramai venti anni attraverso l'attività delle sezioni distaccate della Scuola Elementare "Vittorino da Feltre" e della Scuola Media "Amedeo Peyron". L'iniziativa è rivolta ai piccoli pazienti lungo degenti, prevalentemente per problemi oncologici, e risulta doppiamente efficace perché oltre a permettere ai bambini di non interrompere il ciclo di studi ha anche un importante effetto collaterale di sostegno psicologico e di aiuto nell’affrontare la malattia. I bimbi riescono a rompere l’isolamento che la patologia impone, accettano meglio le cure e la qualità della loro vita ne trae un significativo miglioramento poiché si crea un effettivo contatto con il mondo esterno e le normali consuetudini.

Natale in the box dei Lions per la Scuola in Ospedale dell'ospedale Regina Margherita di Torino

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più