Discorso programmatico del Governatore 2020/2021, Lion Giancarlo Somà

Congresso di apertura del Distretto Lions 108-Ia1 per l’anno 2020-2021, Torino 12 settembre 2020.
Discorso programmatico del Governatore Giancarlo Somà.

Ancora un caro saluto a tutti voi Lions, donne e uomini Lions, e un grazie per la vostra presenza così numerosa.
Il mio proposito lo conoscete. Lavorare insieme con l’obiettivo di rafforzare l’orgoglio di appartenenza alla nostra associazione. Una associazione che incarna gentilezza, forza, solidarietà e perché no, anche divertimento. 

Dopo due momenti suggestivi vissuti con il video di apertura, e l’intervento motivazionale di poco fa dell’amico Valter Rolfo, che hanno lasciato certamente qualcosa dentro ognuno di noi, ora l’emozionato sono io.

Come sapete è stata annullata la Convention di Singapore dove ci sarebbe stata, la cerimonia dello “strappo”: l’insediamento ufficiale del nuovo Governatore da parte di quello uscente. L’evento è stato organizzato in modo virtuale, con l’intervento in diretta del Presidente Internazionale Choi: un contesto diverso ma che ha comunque avuto la sua suggestione, vissuta con chi mi era vicino. 

Non è la prima volta che parlo a un Congresso, ma farlo con il ruolo di DG aumenta sicuramente la mia responsabilità.

Questo mio intervento non vuole essere una relazione programmatica ma un voler condividere diverse riflessioni e sottolineare alcune parole chiave.

L’idea di fondo è quella di un Distretto che lavora in sinergia con i club, e non di un Distretto al servizio del Governatore che, viceversa, deve essere un socio tra i soci, sebbene per un anno con maggiori responsabilità.

Un Distretto che, grazie al lavoro di squadra, trovi un rafforzamento e una crescita dei club più sotto l’aspetto qualitativo che non quantitativo: questo dovrà essere l’effetto e non l’obiettivo. Perciò penso che si debba puntare molto sulle attività di consolidamento dei soci; una delle sfide più importanti che dovremo affrontare in questo anno lionistico ma, per certo, con presupposti diversi rispetto a quelli a cui siamo abituati. Senza dimenticare l’opportunità offerta dai club satellite piuttosto che da quelli “specialist”.

Inizio rivolgendo un ringraziamento sincero a tutti i soci che hanno dato la loro disponibilità quali officer distrettuali, non a me ma al nostro Distretto. Non tutti i soci hanno potuto essere all’interno dell’organigramma per motivi pratici, ma sono certo che ci sia da parte di tutto il distretto la disponibilità di mettersi al servizio (lavorare) da Lions, per formare un gruppo coeso ed efficiente. 

Ho cercato di costruire una squadra, che tenesse conto di quanto è stato fatto ma che potesse portare a bordo anche nuove risorse, confidando, e di questo ne sono sicuro, in un loro contributo nell’arricchire il nostro saper fare. E sempre a proposito di organigramma voglio segnalare di aver condiviso alcune proposte con Gigi Farrauto, che ringrazio, al fine di potere ipotizzare, almeno in parte, una programmazione, anche organizzativa, in una logica di continuità. E con lo stesso criterio la scelta degli officer è stata condivisa con i referenti di area e con quelli delle singole iniziative e attività.
Da qui voglio presentarvi una novità: la nuova impostazione del GAT, o meglio delle tre anime che lo compongono: GLT, GMT, GST.
Ritengo che sia importante un rapporto diretto dei rispettivi referenti con i territori, con i club e ovviamente i soci che li compongono. Pertanto è stato deciso di inserire i tre Presidenti di Circoscrizione all’interno delle tre funzioni, in una logica di maggiore efficienza e condivisione responsabile.
È stata un’idea sulla quale mi sono consultato anche con gli officer Internazionali che hanno trovato molto interessante questa ipotesi, che in seguito abbiamo saputo essere stata adottata come best practice anche dalla sede centrale.
Ovviamente anche in questo caso è stata una scelta condivisa con i referenti del GAT e gli stessi Presidenti di Circoscrizione.

 

LA FORMAZIONE

Siamo tutti consapevoli del fatto che i progetti di formazione e di informazione aumentano la consapevolezza dell’impatto che la nostra associazione può avere sulla qualità della vita di milioni di persone, ma essi servono anche per valorizzare quegli aspetti che troppe volte vengono interpretati solo come oneri burocratici.

Questi momenti di approfondimento non dovrebbero essere solo calati dall’alto ma devono rispondere a esigenze che vengono dalla base della nostra associazione, vale a dire i Club e i Soci che li compongono.
Da qui ci si attende, anche tramite i Presidenti di Zona, richieste e proposte che il Distretto farà in modo di esaudire.
A questo proposito abbiamo inserito un altro elemento di novità, nell’ambito dell’area scuola e formazione e in relazione con il GLT: una figura a “supporto delle esigenze formative” proprio per rispondere a queste iniziative che confido possano essere numerose.

[La decisione ha anticipato la proposta del GLT Multidistrettuale di adottare questa soluzione]

Sempre a questo riguardo ci tengo anche a segnalarvi che organizzeremo durante l’anno lionistico tre importanti momenti formativi.
Un corso Regional Interdistrettuale con i Distretti Ia2 e Ia3, un corso Lions guida certificato e un corso ELLI (Corso di Leadership per Lions emergenti), indicativamente per novembre, febbraio e aprile: forniremo nelle prossime settimane tutte le indicazioni necessarie per la partecipazione. 

Ho detto prima che i club sono al centro della nostra organizzazione, e aggiungo che questi ultimi devono fare un ulteriore sforzo per lavorare insieme, condividere progettualità, per rendere più efficaci nonché efficienti le numerose e importanti iniziative che vengono sviluppate. Per questo il ruolo dei Presidenti di Zona, insieme al referente GST, diventa più che mai cruciale nel suo ruolo di servizio ai territori. E a questo proposito voglio ricordare a tutti noi l’importanza di segnalare costantemente all’area comunicazione le attività, i service e gli eventi al fine che possano avere la giusta visibilità sia interna che esterna. Un’area che al proprio interno comprende media sia “tradizionali” (rivista e sito) sia “social” (Facebook, YouTube, Instagram).
A proposito del sito voglio segnalarvi che ci sarà la possibilità di avere delle pagine dedicate alle singole aree/dipartimenti che conterranno i temi in essi sviluppati, in modo da renderlo più accattivante e vivace. E qui un’altra novità: realizzeremo delle “pillole” video o brevi interventi registrati su YouTube, nei quali i referenti di service potranno raccontare in cosa consiste l’iniziativa e metterne in risalto gli aspetti più significativi; questi interventi saranno poi inseriti sul nostro sito e avranno una divulgazione anche attraverso la rete.
Tutto questo porterà a un maggiore coinvolgimento dei soci, accrescendo la loro soddisfazione di far parte di questa nostra grande Associazione; e ciò, sicuramente, significa, maggiore fidelizzazione, rendendo di conseguenza più solidi i nostri club.

A questo proposito ritengo sarà importante la capacità di ascolto verso coloro che, seppure appena entrati nel Lions Club International, potranno portare nuove suggestioni, che ci costringeranno forse a nuove riflessioni in una logica di miglioramento e di aggiornamento. E costoro saranno i nostri ambasciatori per promuovere e condividere le nostre attività all’interno delle comunità in cui operiamo raccontando con il cuore le nostre storie di solidarietà.
Sarà un modo per incoraggiare a raccontarsi, a imparare gli uni dagli altri.

Voglio altresì segnalarvi che stiamo progettando appuntamenti mensili, via web, dove interverranno ospiti che intervisterò sollecitandoli a esprimersi e riflettere su temi lionistici. È un modo moderno e necessario per fare conoscere la straordinarietà delle azioni messe in atto da noi Lions.

Ritengo fondamentale che tutti insieme assicuriamo la visibilità dei nostri service attraverso i media, confermando così il nostro ruolo, rafforzando i rapporti con le Istituzioni e gli altri operatori di volontariato, “contaminando” la società civile con quanto di “buono” e di “sano” – credo molto – noi tutti realizziamo. Vogliamo e dobbiamo essere non una piccola realtà, rinchiusa in ambito locale, ma una forza d’azione potente, coraggiosa, al servizio di un mondo migliore. Un risultato che si può ottenere proprio attraverso il coinvolgimento responsabile di tutti, un valore in cui credo fortemente.

Tornando al tema del coinvolgimento voglio ricordare l’importanza che questo avvenga soprattutto con i nuovi Soci, in particolare i più giovani.
E qui il pensiero va ai Leo.

È necessario continuare a migliorare il rapporto con i nostri giovani, pensando a loro non come “braccia” per le nostre iniziative ma come partner di oggi e futuri soci Lions dei nostri club di domani.
Da qui l’inserimento nell’organigramma distrettuale, d’intesa con il Presidente Distrettuale Leo Giulia Marengo, di alcuni officer Leo in aree che abbiamo ritenuto chiave in questo senso, su tutte quelle del GAT, cioè GLT, GST, GMT. 

Altro pilastro della nostra Associazione è la Fondazione LCIF.
Coordinatore distrettuale è Serenella Ferrara.

La nostra Fondazione, che vedrà la “Campagna 100” prorogata al 2021/2022. Tutti la conosciamo quando nei nostri club deve essere messo a budget il nostro versamento. Molti di noi conoscono il suo ruolo prioritario negli interventi per fronteggiare le emergenze a seguito di catastrofi. Ma pochi utilizzano le risorse, che LCIF può offrirci e che possono moltiplicare il valore dei progetti di club o di Distretto da realizzare sui nostri territori. Ricordo che è stata individuata una figura che ha competenza in tema di fundraising e pertanto potrà supportare i club, insieme ai referenti della LCIF, per intercettare tali risorse. E proprio per approfondire tali tematiche sono in fase di progettazione momenti di incontro con i referenti LCIF di club e il coordinatore distrettuale, raggruppandoli per zone, da realizzare attraverso piattaforme web.


Provo a sintetizzare: dobbiamo lavorare con 

  • TESTA
    - Obiettivi chiari.
    - Rapporto con le Istituzioni e con le comunità del territorio.
    - Competenze.

  • CUORE
    - Fiducia.
    - Se possibile risorse interne al Distretto.

  • - MANO
    - Promuovere il cambiamento.
    - Uscire dalla zona confort.
    - Non problemi ma opportunità.


È mia intenzione far sì che il nostro rapporto possa essere contraddistinto da stima e rispetto per continuare ad essere Lions ma soprattutto servire da Lions.
Auspico quindi di lavorare con Voi e per Voi a favore di un Distretto unito, forte, credibile, che sia di esempio e di avanguardia anche a livello Multidistrettuale.

Ricordo un pensiero di Aristotele: “per evitare le critiche non fare niente, non dire niente, non essere niente”.

Io vorrei invece ricevere molte critiche costruttive in ragione del lavoro realizzato e delle attività di servizio rivolte a chi ne ha più bisogno.

Mi accingo a concludere.
Innanzitutto un grazie a coloro che si sono impegnati nell’organizzazione di questo Congresso.
Ricordo due prossimi appuntamenti già stabiliti.
Il gabinetto allargato del 14 novembre 2020.
Il congresso di chiusura che si terrà a Biella l’8 maggio 2021.

Ancora una riflessione con voi tutti: la leadership è azione e non posizione e se le vostre/nostre azioni ispirano gli altri a sognare di più, a fare di più, allora ognuno di noi può essere ed è un leader. E noi dobbiamo impegnarci per essere leader, nel modo più alto e significativo, quello che ho appena espresso ricavato da una citazione dell‘ex presidente USA, John Qumey Adams.

Quando si parla di risultati futuri si cita sovente la seguente metafora: l’anziano che pianta un seme per una pianta che crescerà e produrrà l’ombra di cui lo stesso non potrà beneficiare.
Dobbiamo lavorare nel presente, guardando al passato ma progettando il futuro, affrontando con coraggio il cambiamento, e con forte capacità di adattamento: mai come in questo momento abbiamo difficoltà a pensare al nostro futuro, dovendo “progettarlo” in un periodo “sconosciuto”.

Questa è una grande occasione per lavorare tutti insieme, uniti per rendere questa nostra associazione in grado di rispondere ai cambiamenti e ai bisogni sempre più profondi e pressanti.

Richard Branson, grande imprenditore, affermava che “ogni storia di successo è un racconto di continui adattamenti, modifiche e cambiamenti”.

Mi piace infine condividere con voi il messaggio del nostro Presidente Internazionale Choi "Uniti nella gentilezza e nella diversità".
E noi attraverso ENERGIA e AZIONE saremo in grado di servire, di avere un IMPATTO positivo verso chi ha bisogno.

Tutti dicono che non sarà più come prima: ne sono convinto anche io, ma voglio anche pensare che con l’impegno di ciascuno di noi si possa rendere il mondo migliore.

E noi Lions possiamo, UNITI, FORTI, CREDIBILI, sicuramente contribuire affinché ciò avvenga.

 

We Serve.

 

Giancarlo Somà
Governatore Distretto Lions 108-Ia1, A.S. 2020/2021

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più