• Libro Parlato Lions

    “Donare l’emozione di un libro anche a chi non può leggere!” è in sintesi lo scopo del “Libro Parlato Lions”, dal 2006 dichiarato “Service Nazionale Permanente” dei Lions Italiani.

  • Cani Guida

    Nato a Milano nel 1959, il servizio cani guida per ciechi dei Lions dal 1975 opera a Limbiate con 12 campi di addestramento e 72 box singoli per ospitare i cani.

  • C'è un Lions con te

    Il progetto, avviato da soci del Distretto Lions 108-Ia1 per facilitare l'inserimento nel mondo del lavoro di giovani, ha l'obiettivo di migliorare la qualità dei percorsi di orientamento/inserimento al lavoro tramite l'apporto delle competenze di un gruppo di socie e soci Lions in funzioni di consulenti e mentori.

  • I Lions italiani con i Bambini nel Bisogno O.N.L.U.S.

    "I Lions Italiani con i Bambini nel Bisogno - Children in need", la ONLUS costituita sulla base del progetto Multidistrettuale dei Lions Club italiani "Tutti a Scuola in Burkina Faso": un grande impegno di solidarietà per combattere la piaga dell’analfabetismo in una delle zone più povere del mondo.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

19/01/2019 - "Diabete oggi e domani". Convegno scientifico nazionale in collaborazione con la Società Italiana di Diabetologia


Prof. Fabio Broglio, presidente della sezione Piemonte e Valle d’Aosta della Società Italiana di Diabetologia

Il 19 gennaio, nella sala congressi dell’Unione Industriale di Torino, si è tenuto il convegno scientifico nazionale “Diabete oggi e domani” organizzato dal distretto 108-Ia1 per conto del Multidistretto Italy. Coordinatori sono stati il prof. Fabio Broglio, presidente della sezione Piemonte e Valle d’Aosta della Società Italiana di Diabetologia; dal Vdg Libero Zannino e dal dott. Paolo Fornengo, dirigente di I livello presso la Città della Salute di Torino. Sul palco 14 relatori hanno parlato di una delle più subdole malattie dei nostri tempi: il Diabete Mellito.

È stato evidenziato che spesso risulta asintomatico e non mostra manifestazioni per lungo tempo fino a che non sorgono complicanze. Il simposio ha messo prima di tutto in evidenza che le complicanze del diabete possono portare a conseguenze potenzialmente invalidanti e mortali. Cause dell’epidemia possono essere il sovrappeso, l’obesità, l’alimentazione scorretta, l’avanzare dell’età media o la sedentarietà. Si tratta di un male dall’alto costo per la società che, a livello globale, nel 2010 affliggeva 285 milioni di persone, ma che probabilmente diventeranno 642 milioni nel 2040. Dal diabete non si guarisce, ma è indispensabile individuare per tempo la patologia e curarla per non farla peggiorare. È necessario il controllo della glicemia, ma anche l’attenzione verso patologie come l’ipertensione arteriosa, la dislipidemia e l’aumento ingiustificato di peso. La ricerca continua. Attualmente sono state individuate classi farmacologiche come gli agonisti del GLP-1 e le glifozine che riducono efficacemente e in sicurezza la glicemia ed hanno dimostrato una efficacia nel prevenire le complicanze e la mortalità cardiovascolare. La terapia insulinica si è profondamente trasformata, sia per la comparsa di molecole più maneggevoli e sicure, sia per l’evoluzione della tecnologia applicata ai microinfusori di insulina e ai sensori glicemici. Per vincere occorre conoscere il “nemico” ed agire di conseguenza il più velocemente possibile. L’obiettivo è arginare una malattia cronica dall’inarrestabile incremento globale.

                                                                                                                                                                                    Pigi

Notizie dal Multidistretto

Notizie dal Distretto 108 Ia1

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più