Statuto e Regolamento

 

STATUTO

 

Articolo I

Denominazione, slogan e motto

 

A - Costituzione

E' costituito in Cumiana, con il rispetto di quanto stabilito dello Statuto Internazionale del Lions Clubs International e riportato sul verbale di costituzione datato 21/05/1998, il Lions Club CUMIANA VAL NOCE (da qui in poi Club) riconosciuto dall'Associazione Internazionale (da qui in poi Associazione) dotato di "Carta di Omologa" del 21/05/1998 con il numero 4035-060797 ed appartenente al Distretto 108 la1.

 

B — Statuto e Regolamento del Club

  1. II Club assume come proprio il vigente Statuto Internazionale
  2. II Club definisce, con il presente, il proprio Regolamento Interno nel pieno rispetto del vigente Re-

golamento Internazionale

 

Articolo II

A — Finalità ed Etica

  1. Creare e stimolare uno spirito di comprensione fra i popoli del Mondo.
  2. Promuovere i principi di buon governo e di buona cittadinanza.
  3. Prendere attivo interesse al bene civico, culturale, sociale e morale della comunità.
  4. Unire i Clubs con i vincoli dell'amicizia, del cameratismo e della reciproca comprensione.
  5. Stabilire una sede per la libera e aperta discussione di tutti gli argomenti di interesse pubblico, conla sole eccezione della politica di partito e del settarismo religioso.
  6. Incoraggiare le persone che si dedicano al "servizio" a migliorare la loro comunita senza scopi dilucro ed a promuovere un costante elevamento del livello di efficienza e di serieta morale nel commercio, nell'industria, nelle professioni, lavori pubblici ed anche nel comportamento del privato.
  7. Dimostrare con l'eccellenza delle opere e la solerzia del lavoro, la serieta della vocazione al servizio.
  8. Perseguire il successo, domandare le giuste retribuzioni e conseguire i giusti profitti senza pregiudicare la dignita e l'onore con atti sleali ed azioni meno che corrette.
  9. Ricordare che nello svolgere Ia propria attivita non si deve danneggiare quella degli altri; essere legale con tutti, sinceri con se stessi.
  10. Affrontare con spirito di altruismo ogni dubbio o pretesa nei confronti di altri e, se necessario, risoverlo anche contro il proprio interesse.
  11. Considerare l'amicizia come fine e non come mezzo, nella convinzione che la vera amicizia non esiste per i vantaggi che può offrire, ma per accettare nei benefici lo spirito che li anima.
  12. Avere sempre presenti i doveri di cittadino verso Ia Patria, lo Stato, Ia comunita nella quale ciascuno vive; prestare loro con lealta sentimenti, opere, lavoro, tempo e denaro
  13. Essere solidale con il prossimo mediante l'aiuto ai deboli, il soccorso ai bisognosi, la simpatia ai sofferenti.
  14. Essere cauto nella critica, generoso nella lode, sempre mirando a costruire e non a distruggere.

 

B — Slogan e Motto

Slogan:     è LIONS cioè l'acronimo proveniente dalle parole: Liberty Intelligence Our Nation's Safety (Liberty,

Intelligenza, Salvaguardia della Nostra Nazione).

Motto:      WE SERVE (Noi Serviamo) che ne spiega Ia missione.

 

Articolo III

SOCI

 

  1. 1. Eleggibilita. In conformità a quanto stabilito nell'art. III del Regolamento, ogni persona maggiorenne, di ottima condotta morale e che goda di buona reputazione nella sua comunita put) diventare socio di questo Club. Ogni qualvolta nello Statuto e Regolamento si usa il nome o il pronome al maschile, vale per persone di entrambi i sessi.

 

  1. 2. Affiliazione solo dietro invito. La qualifica di socio di questo Lions Club potra essere acquisita solo dietro invito. Le candidature saranno proposte su moduli forniti dall'Ufficio Internazionale e saranno firmate da un socio in regola che fungera da padrino e saranno sottoposte al Presidente del  Comitato Soci che, previe indagini da parte del Comitato, le sottoporra al Consiglio Direttivo. Se approvato a maggioranza dal suddetto Consiglio Direttivo, il candidato puo essere invitato a diventare socio di questo Club. II modulo di associazione debitamente compilato, accompagnato dalla quota di associazione e contributi, deve essere consegnato al Segretario prima che il Socio sia inserito e riconosciuto ufficialmente dall'Associazione quale socio Lion.

 

Articolo IV

Perdita della qualifica di socio

 

Ogni socio puo essere espulso dal Club per qualsiasi comprovata ragione su voto dei 2/3 dell'intero Consiglio Direttivo.

 

Articolo V

Officers

 

  1. OFFICERS. Officers di questo Club saranno: il Presidente, l'Immediato Past Presidente, il Vice Presidente, il Segretario, il Tesoriere, il Cerimoniere ed il Presidente del Comitato Ammissione Soci.
  1. REVOCA. Qualsiasi officer di questo Club può essere destituito dalla carica per giusta causa con voto favorevole dei 2/3 di tutti i soci.

 

Articolo VI

Consiglio Direttivo

 

  1. MEMBRI. I membri del Consiglio Direttivo sono: il Presidente, l'Immediato Past Presidente, i VicePresidenti, it Segretario, it Tesoriere, it Cerimoniere, it Censore, tl Presidente del Comitato Ammissione Soci e gli altri Consiglieri Eletti.
  1. QUORUM. II quorum richiesto per ogni riunione del Consiglio Direttivo a dato dalla presenza fisicadella maggioranza dei suoi membri. Salvo i casi in cui sia diversamente stabilito, le deliberazioni della maggioranza dei Consiglieri presenti ad ogni riunione del Consiglio saranno considerate come decisioni prese dall'intero Consiglio Direttivo.
  1. COMPITI E POTERI. Oltre ai compiti e poteri, espliciti ed impliciti, altrove menzionati nel presente Statuto e pedissequo Regolamento, it Consiglio Direttivo avra anche i seguenti:
  1. a) Sara l'organo esecutivo del Club e sara responsabile dell'esecuzione, mediante i propri funzionari, delle direttive approvate dal Club. Tutte le nuove iniziative e direttive del Club dovranno essere prese in considerazione e studiate prima dal Consiglio Direttivo per essere poi sottoposte  all'approvazione dei Soci del Club in una riunione ordinaria o straordinaria.
  2. b) Autorizzera ogni spesa e non creera alcuna passività eccedente le entrate del Club, ne autorizzerà l'erogazione di fondi del Club per scopi non essenziali alle finality e direttive stabilite dai soci.
  3. c) Avra potere di modificare, annullare o revocare le decisioni di qualsiasi officer del Club.
  1. d) Curerà che i registri, i conti e le operazioni di questo Club siano controllati annualmente, o più frequentemente a sua scelta, e potrà richiedere un rendiconto od un controllo dell'amministrazione dei fondi del Club da parte di qualsiasi Officer. Ogni socio di questo Club, in regola può chiedere di  verificare, in data e luogo ragionevoli, tali rendiconti e revisioni amministrative.
  2. e) Designers, su indicazione del Comitato Finanze, una banca o banche per il deposito dei fondi del Club.
  3. f) Non autorizzera ne permettera l'erogazione per altri scopi amministrativi di fondi raccolti tra ilpubblico e destinati ad iniziative ed attivita del Club.
  4. g) Sottoporra tutte le questioni inerenti nuove iniziative e direttive del Club al relativo Comitato Ordinario o Speciale, affinche vengano esaminate e, successivamente, sottoposte al Consiglio Direttivo  (all'assemblea per l'approvazione)
  5. h) Dovra proporre e designare, previa approvazione da parte dei Soci del Club, i delegati ed i sup-
    plenti del Club ai Congressi Distrettuali, Multidistrettuali ed Internazionali.
  6. i) Manterra almeno due conti bancari: uno in cui verranno depositati tutti i contributi e gli altri fondiraccolti nell'ambito del Club e che verra usato per le spese di amministrazione; un altro in cui verranno depositati i fondi raccolti tra il pubblico e finalizzati alle attivita di servizio e per assistenza pubblica. Tali fondi saranno elargiti secondo quanto stabilito dalla letters f) del presente articolo.

Articolo VII

Delegati ai Congressi Intemazionali e Distrettuali

 

  1. DELEGATI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE.

Poiche il Lions Clubs Internationale governato dai Lions Clubs riuniti in assemblea ed al fine di avere voce nelle questioni dell'associazione, questo Club potra assumersi le spese dei delegati ad ogni Convention annuale dell'Associazione. II Club avra diritto di partecipare ad ogni Congresso internazionale con un delegato ed un sostituto ogni venticinque soci, o frazione superiore di tredici soci, se
condo quelle che saranno le risultanze dei Registri dell' Ufficio Internazionale il primo giorno del mese precedente il Congresso. Nel caso in cui il Club non dovesse raggiungere il predetto numero mi-
nimo di soci, avra, comunque, diritto ad un delegato ed un sostituto. La qualifica di "delegato" o sostituto dovra essere dimostrata a mezzo di un Certificato sottoscritto dal Presidente o dal Segretario o da altro Officer del Club a ciò autorizzato; nel caso in cui nessuno di tali officer fosse presente al Congresso, il Certificato dovra essere sottoscritto dal Governatore o dal Governatore Eletto del Distretto di appartenenza del Club.

 

  1. DELEGATI AL CONGRESSO DISTRETTUALE / MULTIDISTRETTUALE

Poiche tutti i problemi distrettuali sono affrontati, discussi e votati ai congressi distrettuali, il Club potra inviare a tali congressi i delegati cui ha diritto assumendosene le spese di partecipazione.il Club avra diritto di partecipare ad ogni Congresso Distrettuale annuale con un delegato ed un sostituto ogni dieci soci o frazione superiore a cinque, per il computo dei delegati si terra conto dei soci che sono iscritti al Club da aimeno un anno ed un giorno secondo le risultanze dei Registri dell'Ufficio Internazionale il primo giorno del mese precedente a quello in cui avra luogo il Congresso. Nel caso in cui il Club non dovesse raggiungere il predetto numero minimo di soci avra, comunque, diritto ad un delegato ed un sostituto.Ogni delegato avra diritto ad un voto per ogni materia posta ai voti in sede congressuale.

 

Articolo VIII

Risoluzione di controversie

 

Ogni controversia che sorga fra uno o più soci fra uno o più ex soci ed il Club o qualsiasi membro del Consiglio Direttivo del Club e che abbia riferimento al sodalizio, ogni interpretazione o violazione o applicazione dello Statuto e/o del Regolamento del Club, così come l'espulsione dal Club di un qualsiasi soda, oppure qualsiasi altra questione che non possa essere risolta positivamente in altro modo all'interno del club sera definita secondo la seguente " risoluzione delle controversie":

 Ogni parte in causa potra chiedere per iscritto al Governatore Distrettuale che la controversia venga risolta.

Per quanto attiene alla Procedura relativa alla Controversie, queste dovranno, in primo luogo, essere presentate al Governatore Distrettuale sotto forma di protesta formale che dovra essergli inoltrata entro trenta giorni dal momento in cui la parte è venuta a conoscenza dell'oggetto della protesta.
II Governatore Distrettuale dovra, entro quindici giorni dal ricevimento della richiesta, nominare un Conciliatore che dia udienza alle parti coinvolte nella controversia. II Conciliatore dovra essere un Past-Governatore Distrettuale, socio in regola di un-Club in regola che non sia parte in causa nella controversia, del Distretto nel quale la controversia è sorta. II Conciliatore prescelto dovra essere accettato dalle parti. Non oltre trenta giorni dalla sua nomina, il Conciliatore dovra organizzare un incontro tra le parti al fine di arrivare ad una conciliazione che, se non dovesse avvenire, il Conciliatore potra decidere in modo positivo e vincolante per ogni parte in causa. Tutte le decisioni dei Conciliatori saranno soggette all'autorita del Consiglio di Amministrazione Internazionale.

 

Articolo IX

Emendamenti

 

  1. PROCEDURA PER GLI EMENDAMENTI. II presente Statuto potra essere emendato ad ogni riunione ordinaria o straordinaria del Club cui sia presente il quorum e con voto favore-

vole dei 2/3 dei soci presenti e votanti ed una volta che sia stata esaminata la validita degli emendamenti da parte del Consiglio Direttivo.

  1. NOTIFICA. Nessun emendamento proposto potra essere votato se prima non sia stato comunicato a tutti i soci  personalmente almeno quattordici giorni prima della riunione in cui l'emendamento proposto sara posto in votazione.

 

Articolo X

Norma di rinvio

Per quanto non previsto nel presente Statuto di Club si rinvia allo Statuto Tipo di Club predisposto dalla sede Centrale.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più