02/05/2019 - L.C Torino Principe Eugenio, Torino Cittadella Ducale: "Il mio tostapane forse mi ama ma è troppo timido per dirmelo ovvero la vita al tempo delle nuove tecnologie e dei social network"

Se ricordate la frase del "Gattopardo" di Tomasi di Lampedusa "tutto cambia perché nulla cambi" sappiate che oggi non è più così.
Il nostro quotidiano è ormai fatto di costanti cambiamenti sia tecnologici che sociali.
Siamo pronti a tutto questo e soprattutto ci sappiamo adattare?
Immediato - Istantaneo - Urgente sono le tre parole che le nuove tecnologie, oltre che i social media, ci hanno costretto a far nostre.
In un minuto nel web ci scambiamo 38 milioni di whatsapp, 18 milioni di sms, 187 milioni di mail e facciamo 3,7 milioni di ricerche su Google.
Avremmo mai immaginato di essere parte di un società in cui, per molti, contano di più i follower ed il numero di like che le relazioni umane? Dove alcune professioni inevitabilmente scompariranno per lasciare spazio ad altre.
Oggi viviamo in un mondo dove il reale e il virtuale si va sempre di più confondendo e il nostro essere sempre connessi è l'unica costante e dove la privacy non esiste più, e, in fondo, non ci dispiace poi tanto.
Entrando in casa troviamo il frigorifero che ci informa quando comprare il latte perché è finito, il climatizzatore si accende quando siamo accaldati e presto anche il nostro gatto dovrà avere un suo smartphone per scegliere la pappa che preferisce.

E poi? .. e poi parleremo di questo ed altro, giovedì 2 maggio, presso il "Circolo" dell'Unione industriale.

Relatore
Dott. Mauro Bertotti
Mediafactory Founder e Docente di Social Media Marketing al Master di SostenibIlità Ambientale e delle Reti Agroalimentari dell’Università di Torino.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più