11/06/2017 - L.C. Giaveno Val Sangone: Quarant’anni di solidarietà e cultura al servizio della collettività (WE SERVE)

 

A Sauze d’Oulx, presso lo Chalet “il Capricorno”, il Lions Club Val Sangone ha festeggiato la Charter dei suoi primi quarant’anni di vita in uno scenario montano mozzafiato, dove i sapori tradizionali di una cucina attenta e raffinata hanno favorito una giornata all’insegna del giusto spirito d’amicizia.

Soci, familiari e ospiti hanno condiviso gli importanti passi compiuti dal club, senza dimenticare le figure che lo hanno guidato dalla sua nascita sino ai giorni nostri. Come da tradizione, durante il meeting è stato consegnato il riconoscimento Personaggio dell'Anno della Val Sangone e Valle di Susa, riconoscimento che ogni anno il Club Giavenese conferisce alle persone che si sono distinte nella cultura, nell’arte e nella società in generale.

Per il 2017 il premio è andato a Luca Giai Arcota di Giaveno, presidente del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese, intervenuto con la sua squadra nelle operazioni di soccorso della valanga che il 18 gennaio 2017 travolse l’Hotel Rigopiano di Farindola, lasciando dietro di sè 29 morti e 11 sopravvissuti. Il premio è stato consegnato dal vice Governatore del Distretto 108 –IA1 Francesco Preti e dal presidente del club Sandro Sandri.

Il Lions Club Giaveno Val Sangone, costituito il 17 aprile del 1978 è gemellato con i L.C. Valdobbiadene, con il L.C. Borghetto Valborbera e Spinti e per ultimo dal 2015 con il Lions Club du Briançonnais (FR). In prossimità del 2 Giugno di ogni anno si festeggia la Charter – cerimonia che commemora la fondazione del club.

I soci del Club oggi sono 21 di cui due sono soci fondatori: Fernando Sada e Alberto Guercio. Gli incontri avvengono due volte al mese nella storica e prestigiosa sede del ristorante Hermitage di Avigliana (TO), gestita dal socio Piero Gervasi. Un angolo affascinante, immerso tra i boschi dell’antica strada che porta alla Sacra di San Michele e i laghi di Avigliana. Un luogo di pace, dove lavorare insieme per promuovere cultura, service locali, nazionali ed internazionali.

“In questi quarant’anni - spiega Sandro Sandri, presidente del Lions Club Giaveno Val Sangone - il nostro club ha curato pubblicazioni storiche ed è stato promotore di pregevoli restauri come ad esempio l’Arco Sabaudo di via Cardinal Maurizio a Giaveno e mostre di quadri realizzati da artisti della Val Sangone. Fiore all’occhiello del territorio è l’UNITRE Giaveno Val Sangone, Università delle Tre Età fondata dal club nell’anno lionistico 1985/86 e da anni sotto la presidenza del socio Ermanno Plano.

Il nostro è un club di servizio, da qui il motto di tutti i Lions Club del mondo “WE SERVE” , basato dall’idea del suo fondatore, l’americano Melvin Jones, dirigente d’azienda e filantropo statunitense che nel 1917 fondò a Chicago il Lions Club International.

Lavoriamo sul territorio per creare service umanitari nazionali ed internazionali, ad esempio per la fornitura nel terzo mondo di vaccini contro il morbillo; abbiamo organizzato insieme ad altri club di zona una serata dedicata ai “saperi e ai sapori” della nostra cucina tradizionale con “A tutta Trippa”, evento finalizzato alla raccolta fondi a favore della L.C.I.F (Lions Club International Association), iniziativa curata dall’allora presidente Rainero Cavallero.

Una raccolta fondi per la realizzazione della piccola Centrale Elettrica in Nepal “Una luce per il Nepal”. Nel 2007,abbiamo acquistato e consegnato direttamente ai terremotati dell’Abruzzo otto roulottes. Aiuti a favore delle popolazioni di Amatrice e delle zone colpite dal sisma dell’agosto del 2016. Quest’anno è doveroso ricordare il nostro impegno per la realizzazione di una biblioteca virtuale presso il reparto di pediatria nell’Ospedale di Ascoli Piceno a favore dei bimbi terremotati – fondi reperiti con l’organizzazione di un importante evento persso la sala conferenze GAM di Torino, dove il Cardiochirurgo Pediatrico Carlo Napoleone Pace ha presentato la serata intitolata “ Questioni di cuore”.

Recentemente il club sta contribuendo economicamente l’associazione PICS per la realizzazione di immagini murali sui fabbricati del Centro Storico di Giaveno relativi a disegni eseguiti dal pittore Francesco Gonin per illustrare il romanzo de “I Promessi Sposi” di Manzoni.

 

Flavio Polledro – Cerimoniere Lions Club Giaveno - Val Sangone

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più