Progetto "Bambini nuovi poveri"

Coordinatore: Giovanna Sereni

 

Lions Club sostenitori:
Rivoli Castello, Rivoli Host, Torino Augusta Taurinorum, Torino Castello, Torino Cittadella, Torino Cittadella Ducale, Torino Crocetta-Crimea, Torino Crocetta Duca d'Aosta, Torino Due, Torino Host, Torino La Mole, Torino Monviso, Torino Pietro Micca, Torino Principe Eugenio, Torino Stupinigi, Torino Sabauda, Torino Superga, Torino Taurasia, Torino Valentino Futura, Venaria Reale La Mandria.

Un gruppo di 20 Club Lions di Torino e provincia, già attivo da cinque anni con il service volontario denominato “Bambini nuovi poveri” che ha come fine quello di supportare famiglie in stato di disagio:
• con bambini in tenera età per mezzo della donazione di beni di prima necessità come pannolini, prodotti per l’igiene, omogeneizzati, ecc. attraverso l’accordo con Ulaop Onlus (Fondazione CRT),
• con minori in stato di pre-affido con il sostegno per situazioni critiche (pratiche ed economiche) delle., attraverso l’accordo di partnership con il Comune di Torino.

Il primo coinvolge i Club Lions e l’Associazione U.L.AO.P. ONLUS, di cui la Fondazione CRT è fondatore, nel progetto “Banco del Sorriso”, nato per tentare di ovviare alle difficoltà materiali delle famiglie con bambini da 3 a 5 anni, cercando di ridurre il disagio e promuovendo il valore della condivisione e dell’aiuto reciproco. In pratica le due entità hanno deciso di mettere in comune le loro esperienze organizzative e di capacità di raccolta di fondi e di aiuti per migliorare la qualità e la quantità del sostegno alle famiglie bisognose., vengono così raggiunti 4.000 bambini attraverso 42 associazioni iscritte a Ulaop onlus.
Il secondo vede invece il gruppo dei Club Lions al fianco del Comune di Torino - Direzione Politiche Sociali, nell’ambito del progetto P.I.P.P.I. che ha come obiettivo la progressiva ed ulteriore diminuzione del numero dei minori inseriti in strutture residenziali in seguito all’allontanamento dalle famiglie d’origine per problemi di grave trascuratezza, inadeguatezza, rischio per il minore (allontanamenti che avvengono sempre con provvedimento del Tribunale dei Minori e nell’ambito di criteri contenuti nella DGR “Linee Guida per segnalazione alla Procura Minori”). Attraverso équipe multidisciplinari di professionisti dei diversi Servizi del territorio e del privato sociale (Servizio Sociale, Servizio di Psicologia e di NPI, Scuola, Cooperative per gli interventi di Educativa Domiciliare, Associazionismo…), le famiglie vengono guidate in percorsi tesi a migliorare la situazione generale dei singoli nuclei per migliorare il rapporto con i minori e rendere così possibile la sospensione dei provvedimenti di allontanamento degli stessi. Il ruolo dei Lions è quello di supportare e risolvere, con la snellezza operativa che li contraddistingue, alcune situazioni critiche (pratiche ed economiche) delle famiglie e dei minori coinvolti nel progetto, contribuendo così in modo significativo a creare un clima di maggior sollievo nell’immediato e fiducia nel futuro.
Altre realtà aiutate dal gruppo Lions sono i CAV di Torino (via Gioberti 7) e di Rivoli raggiungendo oltre 100 famiglie con bimbi in tenera età.
Sono stati distribuiti direttamente beni per circa 15.000 euro all’anno: tra cui 104.000 pannolini, 3100 omogeneizzati, 600 scatole di latte, come piccolissimo sollievo al disagio quotidiano delle famiglie povere. Per il progetto Pippi sono stati erogati aiuti per oltre 3.000 euro sostenendo l’acquisto di corredi scolastici, le iscrizioni ad Estate Ragazzi del Comune, il ricambio di biancheria dove necessario. A breve si organizzerà un incontro con gli addetti ai lavori per far conoscere questo progetto che è esteso a tutto il territorio nazionale ed è giunto al suo 5° anno.
Del service lions ne hanno parlato i media e ampio risalto all’iniziativa è stata data con comunicati stampa
anche in occasione della settimana mondiale della dignità dei bambini.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più