Storia del Club

 

 

"Volare in alto per vedere lontano, abbracciare tutte le persone di buona volontà. Si diventa grandi quando insieme alla testa si usa il cuore"

            Piero Acquaro

 

Il Lions Club Collegno Certosa Reale è nato il 14 maggio 2007 ed è uno dei 46.000 Club che, aderendo al Lions Clubs International, operano in 208 paesi ed aree geografiche del mondo per cercare di alleviare i molti dei problemi che attanagliano la nostra società e migliorare la vita delle persone in difficoltà.

L’attenzione per la salute, per i giovani, per le persone in difficoltà, per l’ambiente sono i grandi temi che guidano l’azione di noi Lions. Interveniamo in tutto il mondo in caso di catastrofi naturali grazie alla LCIF, Lions Clubs International Foundation, sia per i primi aiuti più urgenti che per progetti di ricostruzione a lungo termine.

Poiché il nostro motto è “we serve”, noi serviamo, il Lions Club Collegno Certosa Reale pur aderendo alle grandi campagne internazionali in favore della vista, delle vaccinazioni contro il morbillo, opera principalmente in favore della popolazione della propria città.

Dal primo anno di sua fondazione è intervenuto nelle scuole medie della città proponendo un concorso internazionale organizzato dal Lions Clubs International denominato “Un Poster per la Pace” che si propone di portare i ragazzi a riflettere sul valore della Pace e della solidarietà producendo un elaborato artistico. Grazie alla collaborazione degli insegnanti delle scuole medie, la partecipazione a questo concorso si è ripetuta tutti gli anni, fino ad oggi.

Nell’aprile 2008, grazie alla generosità di 23 artisti che hanno donato al Club le loro opere, abbiamo donato un cane-guida ad un non vedente.

Un altro service a favore della vista, che ripetiamo negli anni a partire dalla fondazione del club è l’offerta alla popolazione di esami oculistici gratuiti per la prevenzione del glaucoma: prima in locali messi a disposizione dal Comune di Collegno, poi in un’unità mobile specificatamente attrezzata, l’offerta di visite mediche gratuite si è via, via allargata a screening oculistici per i bambini, esami contro la maculopatia e visite di controllo della glicemia.

Anche la raccolta degli occhiali usati e il sostegno al Centro per la Vista di Chivasso continua da anni.

Un altro tema a cui il Collegno Certosa Reale è sempre stato sensibile è quello della tutela dei giovani: dal convegno  “Un soffio per la vita” sui pericolosi effetti della guida in stato di ebbrezza, alla presentazione, nel novembre 2008, ad oltre duecento studenti del Liceo Curie del “Progetto Vademecum Giovani e Lavoro”, finalizzato ad offrire ai giovani uno strumento utile per orientarsi nel mondo del lavoro, agli “Scambi Giovanili” con l’invio di giovani vincitori di concorsi in lingua inglese, in Danimarca per stage di quindici giorni.

E ancora dal convegno, per i ragazzi del Liceo M.Curie sul papilloma virus umano a quelli di “Progetto Martina”, per diffondere la cultura di pratiche di vita salubri e della prevenzione dei tumori, al service “Piccoli Aviatori” per far provare a bambini malati oncologici e trapiantati dell’ospedale Regina Margherita l’emozione di un volo in aereo o in elicottero, per dar loro un momento di gioia e “rendere le cure sempre più a misura di bambino”.

Inoltre nel 2012 nel la mostra di artisti contemporanei “Arte per un Sogno” tenutasi nel Museo della Citta di Collegno ha permesso di raccogliere fondi per donare tre borse di studio triennali a diplomati del Liceo Curie, in memoria del fondatore del Club, Piero Acquaro. Nel 2015 è stato finanziato uno stage lavorativo di tre mesi per una giovane diplomata della città.

Per tre anni consecutivi sono stati raccolti fondi per regalare a famiglie in difficoltà kit scolastici e buoni spesa e sempre per tre anni consecutivi si sono organizzati concerti nella chiesa di San Massimo di Collegno per raccogliere fondi per lavori di ristrutturazione e manutenzione della stessa.

Il CCR ha inoltre finanziato – grazie anche alla donazione di due soci - la costruzione di due pozzi e due orti in Burkina Faso nell’ambito del progetto “Tutti a scuola in Burkina Faso” e, parallelamente ha collaborato con il Comune di Collegno nel progetto “Orti scolastici” per promuovere l'avvicinamento degli alunni delle scuole della prima infanzia alla natura che prevedeva la creazione di piccoli orti scolastici dove i bimbi  avevano la opportunità seminare, veder crescere le piantine e prendersi cura delle stesse. 

Negli anni abbiamo parlato di violenza sulle donne, abbiamo dato il nostro sostegno alle popolazioni terremotate di Haiti e del Pakistan, a quelle alluvionate della Sardegna e di Genova, abbiamo collaborato al restauro del Parlamento Subalpino e alla riqualificazione del Centro di riabilitazione motoria e neuropsichiatria infantile di Gravellona Toce.

Abbiamo fatto tante cose e l’entusiasmo dei nostri soci è sempre cresciuto… e, state pur certi, stiamo studiando nuove forme per servire ancora!

Nel 2015 il Club è stato insignito del premio Melvin Jones alla memoria del suo fondatore Piero Acquaro.

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più