Storia del Club

Lions Club Torino Regio

Omologato 3 Aprile 2002

Charter Night 4 Giugno 2002

Governatore in carica Roberto De Battistini

Club Sponsor Torino Superga

Lions guida Pier Luigi Foglia

Soci effettivi 29

Sede Unione Industriale - Torino

Riunioni 2° e 4° lunedì del mese Via Fanti, 1 7 - 101 28 Torino

Elenco Soci Fondatori

Agnello Giorgio, Ambrosani Viano, Omelia Balbi, Mauro Baratta Rotti, Annamaria Beretta, Piero Bettini, Caterina Borio, Sebastiano Calvo, Fabrizio Canna, Franco Cardarelli, Laura  Causin, Lorenzo Corazzari Carpinteri, Carla  Delle Piane, Alberto Gagliardi, Carbonato Franca, Goss Dionisia, Gramaglia Marco,  Leone Bocca Mariuccia, Mazzotti Gandin Armida, Nada Franco, Occhetto Pietro, Pittana Borlandi Liliana, Pollini Salussoglia Barbara, Pomponio Capitelli Mariella, Procopio Angela, Rinaldi Bellato Gabriella, Secchiero Luisa, Verdina Procopio Paola, Zanini Morfino Alba, Zuccarello Sebastiano.

 Lions Club Torino Regio: il perché di una nascita. La costituzione del Club è avvenuta per iniziativa di un gruppo ristretto di Lions che con impegno, ma soprattutto con spirito di amicizia e collaborazio­ne hanno formato un sodalizio inserendo successivamente persone che aveva­no i requisiti richiesti dall'Associazione per diventare Lions. La motivazione principale che ha dato dapprima l'idea e poi la volontà della nascita di questo Club su un territorio, quello della città di Torino, dove peral­tro l'Associazione Lions era già ampiamente rappresentata, è stato il bisogno di fondare un club il cui ruolo fosse propositivo sul territorio cittadino. L'obiettivo era quello di una propria precisa identità volta a rafforzarsi nella collaborazione fattiva con le Istituzioni della città adempiendo così ad uno de­gli scopi primari della nostra Associazione che è prendere parte attiva al bene civico, culturale e sociale della comunità. La scelta del nome e dell'immagine sul guidoncino è nata in un secondo tem­po: all'inizio di questo progetto avevamo rivolto la nostra attenzione al territo­rio cittadino cercando un simbolo che avesse valenza non solo architettonica o territoriale, ma fosse propositivo di servizi culturali per la città. La storia del Teatro Regio, attraverso alterne vicende dall'era sabauda a quella moderna post-industriale, ha sempre arricchito l'arte e la cultura con una forte rappresentatività sul territorio, con un servizio attivo di salvaguardia del patri­monio musicale, artistico e professionale continuamente propositivo nel far conoscere, e quindi amare, la musica. Lo stesso statuto della Fondazione del Teatro riporta finalità nelle quali i Lions si possono riconoscere: perseguire la diffusione dell'arte musicale serve sicu­ramente a creare, stimolare uno spirito di comprensione fra i popoli. Grazie alla disponibilità del Sovrintendente del Teatro Regio abbiamo avuto la concessione del logo del Teatro stesso da apporre sui guidoncini dove è rap­presentato un proscenio illuminato dal famoso lampadario formato da migliaia di stili e tubi di alluminio con, sullo sfondo, l'immagine del vecchio Teatro nel­la sua prima realizzazione del 1740, prima che venisse distrutto da un incendio e ricostruito successivamente sul progetto dell'architetto Molino. È nato così il Lions Club Torino Regio, un gruppo di uomini e donne che si sono presi l'impegno di onorare il motto "We serve" operando secondo i principi e gli scopi dell'etica lionistica, capaci perciò di dare risposte concrete alle I esigenze di chi è meno fortunato di loro.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più